Alla scoperta del Monte Brè con la funicolare

Rivista numero 3 – Giugno 2003

Alla scoperta del Monte Brè con la funicolare
Di Naturablu

 

 
La vista imprendibile sul golfo di Lugano e dintorni fa della regione del Monte Brè una zona turisticamente conosciuta in tutto il mondo. La sola funicolare trasporta oltre 100’000 persone in vetta, da dove partono diverse escursioni. Attirati dalla natura, dalla tranquillità e da un’esposizione solare unica al mondo, molti turisti scelgono il posto per le loro vacanze.
Potete ammirare lo splendore delle Alpi bernesi e vallesane e del Monte Rosa, visti dalla montagna più soleggiata della Svizzera. In vetta (933 m) vi aspettano diverse possibilità di ristorazione, terrazze panoramiche e, con una breve passeggiata, scoprirete un incantevole villaggio che ha saputo mantenere il suo carattere di antico borgo ticinese, arricchito in modo sapientemente raffinato dal suo “Percorso d’arte”, dagli affreschi di Birò, di Luigi Taddei, dalle sculture di Pasquale Gilardi e dal museo Wilhelm Schmid.
Monte Brè (925 m)
Si tratta di una magnifica montagna a forma di panettone che domina l’agglomerato luganese a oriente e che, insieme al Monte San Salvatore, fa parte della famosa iconografia di Lugano. Poco sotto il Monte Brè, si trova un eccezionale pianoro dove è sospeso il tranquillo villaggio di Brè, raggiungibile sia in auto sia con la funicolare.
Dal Monte Brè si può raggiungere la cima del Monte Boglia (1516 m) in circa tre ore. Una bella escursione, alla portata di tutti è senz’altro quella che conduce a Cureggia, in circa 40 minuti, su un sentiero davvero piacevole e ricco di emozioni; nel tratto finale si trovano le tre grotte di Cureggia. Da Cureggia si può salire all’Alpe Bolla e infine al Monte Boglia su un sentiero più facile e interamente segnato in circa tre ore. È pure possibile salire fino ai Denti della Vecchia e arrivare alla capanna Pairolo. Da Brè si può percorrere tutta la cresta fino ad arrivare a Gola di lago percorrendo oltre 20 chilometri di creste magnifiche e toccando almeno quattro capanne. Insomma il Monte Brè offre un’infinità di itinerari diversi l’uno dall’altro in quanto a bellezza e difficoltà.
Visite guidate: scopriamo insieme il Monte Brè
Il Monte Brè non si esaurisce alla sua (peraltro incantevole) vetta. Vi si trovano alcune attrattive sulle quali vorremmo attirare la vostra attenzione perché forse meno conosciute e proprio per questo più suggestive. A questo scopo organizziamo delle visite guidate per i gruppi, con il seguente programma. Alla stazione FMB di Ruvigliana vi accoglierà la nostra guida e salirete in funicolare fino alla vetta del Monte Brè (917 m) per ammirare l’incantevole panorama sul golfo di Lugano e le Alpi. Dopo una breve discesa in funicolare ed una piacevole passeggiata nel bosco (circa 15 minuti), visiterete la chiesa di San Fedele e vi racconteremo brevemente l’appassionante storia del pittore ungherese Josef Birò (1887-1975, rifugiatosi a Brè dal 1946 al 1961), autore degli affreschi.
Seguendo il “Percorso d’Arte” nel nucleo tradizionale del paese vi illustreremo le dieci creazioni di riconosciuti artisti ticinesi ed esteri (Aligi Sassu, Armando Losa, Emilio Rissone, Giuliano Togni, Giancarlo Tamagni, Piergiorgio Piffaretti, Fadhil El Ekrufi, Franco Franchi, Mariapia Borgnini e Gianni Realini). Vi faremo scoprire l’atmosfera dei luoghi dove vissero Pasquale Gilardi “Lelen” (1885-1934, poeta e scultore), Luigi Taddei (“Il pittore contadino”, 1898-1992) e Wilhelm Schmid (casa adibita a museo per l’unico pittore in Svizzera esponente del “Realismo magico nordico” 1892-1971) e vi mostreremo antichi oggetti artigianali, angoli pittoreschi e curiosità storiche del caratteristico paese rurale di Brè; ma non è finita qui! Prima di ritornare alla funicolare per la discesa a Ruvigliana, vi sorprenderemo con una curiosità e delle pregevoli sculture ubicate in un luogo certamente inaspettato. La durata della visita accompagnata è di circa due ore e mezzo, dal lunedì alla domenica, con possibilità di organizzare il pranzo in uno dei sei ristoranti disponibili.
Sentiero naturalistico
Da Brè verso Gandria parte il sentiero naturalistico e archeologico. La rilevanza di questo percorso è tale da essere iscritto anche nell’Inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti di importanza nazionale per le sue peculiarità geologiche, botaniche e le testimonianze archeologiche, che vi si incontrano. Questo bel sentiero si snoda per sette chilometri, tra i boschi del Monte Brè. Qui, nel 1996, Enrico Besomi riscoprì, rimanendone affascinato, una decina di massi erratici incisi che erano già stati segnalati negli anni Venti da uno studioso locale, il docente Gino Grazioli. Su un masso erratico, in località Predescia, vi sono incise coppelle, incavi quadrati e ovali, croci e impronte di piedi. Da quell’anno, non solo sono stati riportati alla luce questi monumenti dell’archeologia rupestre, ma sono stati valorizzati anche gli aspetti naturalistici di questa riviera. Prevedendo un cammino di circa tre ore, si possono toccare quindici stazioni, che sono state create lungo il percorso e che sono evidenziate con cartelli indicatori con la dicitura “Percorso didattico” e il luogo del sentiero, partendo da tavole poste all’imbocco dei sentieri stessi. In alcuni casi, all’osservazione di particolari caratteristiche ambientali si aggiungono anche punti panoramici di estrema bellezza. Un dépliant è a disposizione nei ristoranti del posto e in cassette all’inizio del percorso.
Ristorante
Il Ristorante Vetta Monte Brè è una tappa obbligata per il turista, che soggiorna nella nostra regione. Offre una terrazza fra le più belle e soleggiate della Svizzera, con vista mozzafiato sul lago di Lugano, sulla città e sul maestoso massiccio del Monte Rosa distante 80 km in linea d’aria. La sua cucina, semplice e curata, propone una carta basata su piatti tipicamente locali e ispirati alla cucina mediterranea. L’ambiente disteso e informale del ristorante, crea l’atmosfera adatta a ogni circostanza, sia essa un pranzo con la famiglia, una cena al lume di candela, un aperitivo o un semplice caffè. È raggiungibile in automobile da Lugano in venti minuti e con la funicolare. Il ristorante è aperto tutti i giorni dal 15 marzo al 27 ottobre dalle 09.00 alle 19.00. In giugno, luglio e agosto è aperto dalle 09.00 alle 23.00.
Prezzi
Guida per ogni gruppo: Frs. 75.-
Salita e discesa con la funicolare (tariffa collettiva): Frs.13.-
(tariffa normale): Frs. 19.- per persona
Come raggiungerci
Dal centro di Lugano ogni 12 minuti con il bus no. 1 fino alla fermata ACT Cassarate/Monte Brè. Quindi ogni 30 minuti dalle 9.15 alle 11.45 e dalle 13.45 alle 18.15 con la funicolare rifatta secondo disegni originali del 1912. Dal 15.6 al 30.9 in esercizio anche sul mezzogiorno.
Per una visita guidata o per maggiori informazioni:
Tel.: +41 91 971 31 71 – Fax: +41 91 972 37 48
montebre@ticino.com

Un bel sito che presenta il Monte Brè è: www.montebre.com, un sito no-profit a favore della montagna il cui promotore è Antonio Scopazzini.

Luca Bettosini

Direttore Generale Nato il 25 febbraio del 1964 a Sorengo, da oltre 30 anni compie escursioni e trekking in Ticino. Giornalista Fotoreporter RP Presidente e fondatore dell'Associazione vivere la montagna. Direttore e redattore responsabile della rivista "Vivere la montagna" da lui fondata. Guida escursionistica di montagna. Autore di numerose pubblicazioni sulla montagna ticinese. Intervista: http://dentroalreplay.blogspot.com/2009/05/fotografi-nel-web-84-luca-bettosini.html

Potrebbero interessarti anche...